Abbattere alberi

Abbattere alberi

La conservazione, la valorizzazione e la diffusione delle specie vegetali, sia sulla proprietà pubblica sia su quella privata, sono importanti fattori di qualità ambientale.

Non esiste una legge nazionale per la tutela degli alberi (ad eccezione di quelli monumentali), ma esistono dei Regolamenti comunali del verde o delle ordinanze sindacali che regolano il loro abbattimento in aree pubbliche e aree private.
L'abbattimento di alberi non è sempre possibile, anche se si trovano in una proprietà privata, infatti la Sentenza della Corte di Cassazione 04/05/2005, n. 24396 ha affermato che i danni conseguenti al taglio degli alberi ad alto fusto - seppur presenti in un giardino condominiale - appaiono "irreversibili" non solo per i condomini ma più in generale per i cittadini

Tutte le operazioni di potatura e taglio degli alberi devono essere effettuate a spese e a cura dei proprietari.

In Comune di Calenzano…

Secondo quanto stabilito dallo specifico Regolamento comunale è possibile abbattere un'albero in caso di:

  • gravi condizioni fitosanitarie della pianta
  • danni reali a fabbricati, infrastrutture e reti di servizio come le fognature
  • danni potenziali a cose o persone.

 

Abbattimento di alberi in aree sottoposte a regime di tutela paesaggistica
(Procedura aggiornata secondo le disposizioni del DPR 13 febbraio 2017 n. 31, Regolamento recante individuazione degli interventi esclusi dall'autorizzazione paesaggistica o sottoposti a procedura autorizzatoria semplificata)

La sostituzione o messa a dimora di alberi e arbusti, singoli o in gruppi, in aree pubbliche o private, eseguita con esemplari adulti della stessa specie o di specie autoctone o comunque storicamente naturalizzate e tipiche dei luoghi, purché tali interventi non interessino i beni di cui all'art. 136, comma 1, lettere a) e b) del Codice, non è soggetta ad autorizzazione paesaggistica.
Il taglio di alberi, senza sostituzione; la sostituzione di alberi non eseguita con esemplari adulti della stessa specie o di specie autoctone o comunque storicamente naturalizzate e tipiche dei luoghi; la sostituzione o messa a dimora di alberi e arbusti nelle aree, pubbliche o private, vincolate ai sensi dell'art. 136, comma 1, lettere a) e b) del Codice , sono soggetti al procedimento autorizzatorio semplificato.

  • Sono considerati esemplari adulti le alberature con circonferenza di 18/20 cm (max 20/25 cm) o altezza pari 300/500 cm;
  • sono considerate specie autoctone o comunque storicamente naturalizzate e tipiche dei luoghi  le specie forestali incluse all'allegato A della Legge forestale Toscana. L'impiego di specie non  ricomprese nell'elenco precedente sarà valutato in fase di istruttoria.

Schema procedimento abbattimento alberi

Servizi

Per presentare la pratica accedi al servizio che ti interessa

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Ambiente
Ultimo aggiornamento: 13/05/2019 10:44.40